Tendiamo ad usare questi due termini come sinonimi, ma in realtà è un errore che esperti di marketing e brand non dovrebbero mai commettere. Marca e marchio sono due cose diverse.

La bellezza dell’italiano risiede, tra le altre cose, nell’esistenza di moltissimi termini. Cosa che ci permette di essere precisi nelle definizioni. Marca e marchio sono due aspetti collegati, ma non coincidenti.
Insomma, non sono la stessa cosa. Anche se spesso tendiamo a sovrapporli nel loro significato.

E se per i non addetti ai lavori può essere un errore scusabile, non lo è invece per chi ha nel business la sua ragione di vita.
Che tu sia un imprenditore, un marketer, un grafico, un copywriter di settore, un direttore marketing, è fondamentale che tu abbia chiara la differenza tra marca e marchio.Perché?

A rimetterci, ed anche pesantemente, potrebbe essere il tuo brand e la sua capacità di posizionarsi.

Facciamo chiarezza

In realtà ad essere simili nel loro significato, quasi coincidenti, sono altri due termini: marca e brand.
La marca è infatti l’identità di un’azienda: più è riconoscibile e posizionata, più questo rappresenta allo stesso tempo:

  • Un vantaggio competitivo sui concorrenti
  • Una motivazione d’acquisto nella mente dei potenziali clienti

Marca e marchio si differenziano anche per l’oggettività che ad essi si collega.
Nello specifico, la prima è qualcosa di soggettivo, perché legato alla sfera percettiva. E’ insieme astratto e dinamico di valori, emozioni, sentimenti, sogni, pensieri, legati all’azienda.
E su di essa si può lavorare moltissimo a livello di comunicazione: fare brand positioning significa proprio questo.
La marca ha un forte potere evocativo, se è stato fatto un buon lavoro di comunicazione a monte, e può avere un impatto enorme sulla fidelizzazione del cliente.

Il marchio è invece nello specifico il simbolo grafico, l’emblema, che rappresenta l’azienda ed è definito anche trademark.

Un marchio può essere costituito da:

  • Parole
  • Lettere
  • Disegni
  • Cifre

E’ dunque qualcosa di tangibile ed oggettivo. Poco ha a che fare con i valori dell’azienda, anche se li comunica in maniera visiva e visibile.

Ora hai più chiara la differenza tra marca e marchio?

Quello che è altrettanto importante sottolineare è che entrambe hanno un peso forte nel dare un’identità di brand.
Perché se hai fatto un gran lavoro sulla marca, ma poi ti presenti con un marchio inguardabile, crei una difformità che disorienta l’utente.