Apple.

Al sentir pronunciare questa parola ormai più nessuno nel mondo pensa ad una mela.

Tutti pensano alla Big Company di Cupertino, fondata da Steve Jobs nel 1976.

Magari non sanno che è a Cupertino e non sanno che è nata nel 76, ma tutti sanno cos’è Apple.

brand name blog laccademya

Lo stesso vale per Coca Cola, Google, Amazon.

I Brand ormai fanno parte del quotidiano, hanno modificato persino il nostro modo di parlare.

 

BRAND NAME: L’IMPORTANZA FONDAMENTALE

Il naming è un processo fondamentale nella creazione di un Brand di successo.

I nomi possono essere persuasivi, e gli esperti di Marketing cavalcano questo meccanismo, soprattutto in un’epoca in cui non si ragiona più per Local Brand ma Global

Come abbiamo detto nel precedente articolo, bisogna stare molto attenti perché la forza del brand potrebbe perdersi nella traduzione.

I marchi sono di fatto parole e la prima volta che li ascoltiamo, in teoria non abbiamo preconcetti.

BRAND NAME: IL SUO COMPITO

Il brand name ha come compito principale, quello di fare in modo che, chi ascolta il nome del tuo brand, lo associ a connotazioni, esperienze ed emozioni positive.

Tutti noi abbiamo avuto ed abbiamo esperienze diverse con le scarpe, ma quando sentiamo pronunciare “Nike”, una parte di noi, torna bambino, e anche se non le indossi, difficilmente nutri sensazioni negative nei confronti delle Nike.

Il segreto, anzi, l’obiettivo, è quello di conquistare una parola, un concetto che l’utente associa al brand.

Vediamo qualche esempio.

 

Volvo negli anni ha investito ingenti somme di denaro nei test di sicurezza ed oggi, nel mondo, ha conquistato quel concetto. Volvo = Sicurezza

Rolex è l’orologio di chi è “arrivato”, di chi ha avuto successo economico.

BMW è l’auto che si guida meglio di tutte, “The Ultimate Driving Machine”

brand name blog laccademya

BRAND NAME: LE PAROLE SUSCITANO EMOZIONI

Le parole sono scolpite nella nostra mente, e richiamano immediatamente un’immagine.

Quando diciamo (o pensiamo) Google, il logo Google si materializza automaticamente nella nostra testa.brand name blog laccademya

Un brand, quindi, ha bisogno non solo di logo e design accattivanti, ma anche e soprattutto di un nome unico che aiuti il pubblico ad associare le emozioni positive. 

Il nome McDonald’s trasmette da – solo tutto – il concetto del Brand.

Il nome di un Brand deve essere semplice, anche da pronunciare.

BRAND NAME: LA SCELTA

Nella scelta del tuo nome devi banalmente chiederti: trasmette ciò che voglio trasmettere? Vuoi che passino concetti come modernità, tradizione, entrambi? Affidabilità?

Una volta che hai ristretto la scelta a 5, massimo 6, cerca di ottenere più feedback possibili da altre persone, non limitandoti a domande “Ti piace?”.

Chiedi in giro che sensazioni trasmette, come li fa sentire e perché.

BRAND NAME: CI VUOLE TEMPO

E soprattutto, non avere fretta. La scelta del nome giusto, richiede tempo. Prenditi almeno un paio di settimane per “masticarlo” e rifletterci ancora.

Immagina il tuo brand name sui tuoi materiali di Marketing, sul tuo sito web, sulla cancelleria.

Quando ti sentirai a tuo agio, allora avrai fatto la scelta giusta.