Brand identity: esempi famosi

Cosa si cela dietro ad un logo famoso?
Un logo racconta la storia di un brand, i valori che vuole incarnare o incarna, la mission, il suo posizionamento e la strategia.
In questo approfondimento ti raccontiamo alcuni esempi di loghi famosi per aiutarti ad associare i concetti di visual identity e brand a delle immagini che ti permettano di fissare ancora meglio tutta la parte teorica legata appunto al brand.

 

1. Coca-Cola

Uno dei marchi più famosi, con una brand identity forte, unica, riconoscibile.
Due soli colori, il rosso ed il bianco. Ai quali ne sono stati poi uniti altri, nel tempo, per differenziare varie linee.
Un font riconoscibile, così tanto da essere rinominato il font CocaCola.
Un impianto valoriale che è rimasto sempre costante nel tempo: è la bevanda della famiglia, della condivisione, dei momenti speciali.
Se vuoi una bevanda gassata, vuoi CocaCola.

 

2. Apple

Il lavoro fatto da Jobs ha quasi messo in secondo piano le specifiche tecniche dei prodotti, esaltando invece tutto quello che di immateriale si acquista rivolgendosi ad Apple: eleganza, status symbol, design. Possedere un iPhone, un Mac, un iPad non è avere un telefono, un computer, un tablet. È come fare parte di una cerchia elitaria. A nessuno interessa davvero quanto costi un iPhone e se il prezzo sia connaturato al valore tecnico dell’oggetto. Lo è alla percezione che di quell’oggetto si ha. E questo grazie alla Brand Identity.

 

3. Nike

Just do it. Fallo e basta. Per un’azienda che commercializza abbigliamento sportivo, puntare sull’idea di superare i propri limiti e raggiungere gli obiettivi che ci si è posti, è stata una scelta assolutamente vincente. Come quella di definire la brand identity anche grazie all’uso di testimonial che sono campioni riconosciuti dello sport mondiale in tutte le discipline.
Grazie a Nike puoi aspirare a diventare il migliore. Questo è ciò che tutta la strategia di comunicazione ci porta a pensare.

 

Brand Identity: come comunicare emozioni

In tutti gli esempi citati, abbiamo descritto delle emozioni, dei valori associati alla brand identity.

Lavorare sulla parte emotiva, entrare in empatia con il tuo target è un altro compito che spetta alla brand identity.
E che viene costruita attraverso tutti gli elementi che la compongono.

 

Mulino Bianco

Le merendine del Mulino Bianco sono state per anni l’unica ed assoluta merenda ad entrare nelle case gli italiani: la famiglia perfetta, l’armonia, il lato sempre divertente e giocoso, la qualità assoluta degli ingredienti, la bontà e la golosità. Sono tutti valori sui quali si è costruita l’identità di brand e che coincidono alla perfezione con i bisogni del target, anzi dei due target di riferimento, mamme e bambini.

Oggi che le caratteristiche del nucleo familiare sono cambiate e che sono molte di più le coppie di giovani ragazzi, si è avviato un altro filone, quello che coinvolge Pasotti e la Grimaudo: giovani, che sperimentano unendo alla tradizione innovazioni continue, che spesso parlano ai loro amici e li coinvolgono nella loro vita. La comunicazione si apre ad un nuovo modello di famiglia più conviviale, in cui entrano in gioco anche gli amici.
Una leggera virata, che non cambia i valori della brand identity aziendale, ma che li focalizza su un nuovo target: stesse emozioni, ma nuovo linguaggio.